• Generic selectors
    Exact matches only
    Search in title
    Search in content
    Search in posts
    Search in pages

ABC AI TEMPI DEL COVID19

A

ANGOSCIA. che attanaglia tutti noi, sanitari e non anche se non sembra. Anche se chi per esorcizzarla vive come se niente fosse, suona e balla sul Titanic che affonda. Angoscia per il suono incessante delle sirene delle ambulanze (prima non ci badavo), che tagliano l’aria nel silenzio assordante di città semideserte. Ormai le sento anche quando non ci sono. Penso mi resterà a lungo nelle orecchie. Angoscia di non avere materiale per proteggerci in una lotta quotidiana per avere ciò che ti spetterebbe non solo per diritto in senso lato, ma per legge; angoscia di portare a casa la malattia, alle persone alle quali vuoi bene e che vorresti e dovresti proteggere; angoscia di non poter portare a casa tutti da questo viaggio maledetto che abbiamo intrapreso nostro malgrado; angosciante attesa del bollettino pomeridiano dei caduti (troppi) e dei guariti ancora troppo pochi. Sai che finirà, ma sai anche i tempi sono lunghi ed incerti ed aumenta l’angoscia. Per fortuna non tutti i giorni sono uguali.

B

BACI. Baci che non si possono dare. Non li stiamo dando da tempo. A mariti, mogli, compagni e compagne. Figli e soprattutto genitori. In realtà evitiamo se possiamo ogni forma di contatto fisico. E’ doloroso, ma necessario. Perché siamo potenziali? Portatori sani? dal virus. Anche di questo dovremo ricordarci domani, quando tutto sarà passato e torneremo ad arrabbiarci il più delle volte inutilmente e per futili motivi. Ma forse sarà così. Come è stato per le grandi tragedie del secolo scorso. Dimenticheremo tutto.

C

COMUNITA’. Insieme di persone, ma non un assembramento per altro ora fuori legge. Ma, un insieme di persone che si danno delle norme, le condividono e le rispettano. Hanno un bene comune da difendere. A seconda dei momenti, si privilegiano i bisogni degli uni o degli altri. In questo momento si sacrificano i bisogni di molti: tempo, salute e affetti per chi lavora in sanità e danari e sussistenza per chi ha un commercio, una ditta o è un dipendente. Tutti sacrificano divertimenti e tempo libero. Ma la partita in gioco è immensa. Nessuno si aspettava nulla di ciò che è capitato. Ma andiamo avanti. Stop ai lamenti. Schiena dritta. Finito tutto ricostruiremo.

D

DOLORE O DOMANI?. Entrambi tanto si legano. Il dolore della perdita. Vivere alla giornata, non c’è più nulla di romantico, di bohemien. Ridateci una prospettiva ed un futuro. A tutti quanti. Toglieteci dall’incubo di questo nemico invisibile che ci entra dentro e si impossessa di noi al punto di toglierci il fiato. Quanto dolore tutto in una volta. Ma domani passerà.

E

ERAVAMO. E forse un giorno saremo. Ma ora non siamo. Non siamo più gli stessi (tutti), non siamo più in salute (troppi), non siamo più abitanti di questa terra. Almeno per come la conoscevamo. Mentre la natura prosegue indomita il suo percorso ed è tutto un fiorire e profumare, mentre il sole scalda l’aria, noi non partecipiamo a nulla. Trascorriamo la maggior parte della nostra esistenza in quello che oggi è il non luogo per eccellenza: l’ospedale. Ospedale che non riconosciamo più. Sventrato, spogliato ed abitato dalla sofferenza. Una sofferenza nuova e drammatica. E quando non siamo lì e siamo isolati a casa, rimaniamo comunque li, con il pensiero e con i sogni. Perché ogni singola molecola del nostro corpo è posseduta da questo nemico invisibile. Ogni neurone è catturato dal dramma di questi giorni. È difficile essere nel mondo di questi tempi.

F

FIDUCIA. Fiducia nelle nostre capacità: non ci deve abbandonare in quanto è l’unica possibilità di farcela che abbiamo.Fiducia nei confronti di chi deve promulgare leggi atte a favorire il nostro lavoro e la nostra sicurezza. Anche se la mistificazione delle evidenze scientifiche è quotidiana. Le forniture grottesche hanno fatto il giro della nazione. Lo scaricabarile è iniziato solo da alcuni giorni. Mentre succedeva ciò che succedeva in Cina, avrebbero dovuto iniziare a dotarsi e dotarci del necessario.

G

GUARDARE AVANTI. Nella speranza di vedere la luce in fondo al tunnel. Come ogni tunnel un fondo c’è l’ha. Ma è molto, troppo lungo e mentre lo percorriamo perdiamo per strada troppe persone. Non ci piace. Come professionisti e come esseri umani. O viceversa. Ma visto che indietro non si torna (e quanti errori in meno faremmo se si potesse, quanto abbiamo imparato in poco tempo) guardiamo avanti. Con fiducia. In noi e nelle nostre capacità.

H

HO VISTO. Ho visto sanitari di ogni specialità lavorare gomito a gomito, instancabili. Con grazia. A volte con un sorriso. Ho visto queste stesse persone diventare via via più stanche, meno aggraziate, ma sempre tenaci. Con caparbietà. Ho sentito il loro dolore ogni volta che qualcuno non c’è l’ha fatta. Perché non ci si abitua mai. Ho sentito anche risposte elusive, scomposte, indegne. Da chi si trova lontano dal fronte.

I

ININFLUENTE.Così mi sento e probabilmente ci sentiamo rispetto a molti decorsi di questa terribile malattia. Poco più di un pannicello caldo i nostri rimedi. Ma ininfluente è anche la nostra azione di tecnici nei confronti di chi, non avendo mai frequentato un ospedale, prende decisioni non sempre condivise e condivisibili. Per dare agli uni tolgono agli altri. Non hanno idea di quali siano le priorità. O meglio se c’è l’hanno sono privi degli strumenti per realizzarle. Per inerzia che li ha accompagnati nei mesi preziosi che hanno preceduto l’arrivo del virus a casa nostra. Per incapacità palese di farsi trovare pronti nell’emergenza. Per l’incuria dimostrata nei confronti del SSN, per decenni considerato una fastidiosa voce di spesa.

 

 

SEDE ANAAO REGIONE EMILIA ROMAGNA

Indirizzo:
Via Milazzo 19, 40121 Bologna (BO)

Telefono:
+39 051 249124

Fax:
+39 051 249181

Email:
segr.emiliaromagna@anaao.it

Posta Elettronica Certificata

Richiesta informazioni

Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

Segreterie aziendali

PC PR RE MO BO FE RA FC RN

ASL PIACENZA

Segr. Aziendale:
Bologna Giovanni


g.bologna2@ausl.pc.it -
338 9045858

Ref. Dirig. Sanitaria:
Ubiali Alessandro


alessandro.ubiali@ausl.pc.it -
3392719020

Ref. Anaao Giovani:
Ferrarese Diego


diegoferrarese79@gmail.com -
349 3836229

AOSP PARMA

Segr. Aziendale:
Belletti Andrea


abelletti@ao.pr.it -
347 9702534

Ref. Dirig. Sanitaria:
Malpeli Monica


mmalpeli@ausl.pr.it -
347 7741442

Ref. Anaao Giovani:
Lina Daniela


danielalinacardio@gmail.com -
366 6610037

ASL PARMA

Segr. Aziendale:
Casali Lorenzo


lcasali@ausl.pr.it -
335 5895320

Ref. Dirig. Sanitaria:
Bonomini Sabrina


sbonomini@ao.pr.it -
339 6087863

Ref. Anaao Giovani:
Pezzuto Antonio


apezzuto@ausl.pr.it -
347 9541969

ASL REGGIO EMILIA

Segr. Aziendale:
Sangermano Aldo


sangermano.aldo@asmn.re.it -
340 7566592

Ref. Dirig. Sanitaria:
Nicoli Davide


davide.nicoli@ausl.re.it -
339 8680103

Ref. Anaao Giovani:
Romani Gabriele


gabriele_romani@hotmail.it -
334 1099666

Asl Modena

Segr. Aziendale:
Papi Giampaolo


papigiampaolo@hotmail.com -
347 8896941

Ref. Dirig. Sanitaria:
Natali Patrizia


p.natali@ausl.mo.it -
347 4330775

Ref. Anaao Giovani:
Tedeschini Enrico


e.tedeschini@ausl.mo.it -
333 9110222

AZ AUO Policlinico/Baggiovara

Segr. Aziendale:
Ceccherelli Giovanbattista


ceccherelli.gbattista@policlinico.mo.it -
3204237258

Ref. Dirig. Sanitaria:
Miceli Pietro


miceli1487@alice.it -
328 3841097

Ref. Anaao Giovani:
D'Arienzo Matteo


darienzo.matteo@gmail.com -
338 2072016

Asl Bologna

Segr. Aziendale:
Bianchi Davide


d.bianchi@anaao.it -
347 9572466

Ref. Dirig. Sanitaria:
Selva Paola


paola.selva@ausl.bologna.it -
338 3529668

Ref. Anaao Giovani:
Sorrentino Francesco S.


dr.fsorrentino@gmail.com -
339 6273352

AOSP BOLOGNA

Segr. Aziendale:
Farina Gabriele


gabrielefarina79@gmail.com -
333 4021331

Ref. Dirig. Sanitaria:
Ferrari Simona


simona.ferrari@aosp.bo.it -
328 7718865

Ref. Anaao Giovani:
Di Micoli Antonio


antoniodimicoli@gmail.com -
340 3369979

IOR BO

Segr. Aziendale:
Bracci Giovanni


giovanni.bracci@ior.it -
349 1418511

Ref. Dirig. Sanitaria:
Benini Stefania


stefania.benini@ior.it -
338 9578325

Ref. Anaao Giovani:
Del Piccolo Nicolandrea


nicolandrea.delpiccolo@ior.it -
339 4051676

ARPA BOLOGNA

Segr. Aziendale:
Bergamini Cecilia


cbergamini@arpae.it -
+320 0763695

ASL IMOLA

Segr. Aziendale:
Fabrizio Zanotto


f.zanotto@ausl.imola.bo.it -
338 7292420

Ref. Dirig. Sanitaria:
Capucci Antonella


a.capucci@ausl.imola.bo.it -
338 3529668

Ref. Anaao Giovani:
Bernabini Dalila

AOSP FERRARA

Segr. Aziendale:
Trevisani Lucio


tvl@unife.it -
335 5430407

Ref. Dirig. Sanitaria:
Fabbri Sara


sara.fabbri76@ospfe.it -
349 6339498

Ref. Anaao Giovani:
Squerzanti Riccardo


riccardo.squerzanti@gmail.com -
347 3188527

ASL FERRARA 2014-2018

Segr. Aziendale:
Besutti Andrea


andreabesutti@yahoo.it -
349 4032232

Ref. Dirig. Sanitaria:
Buzzoni Adolfo


a.buzzoni@ausl.fe.it -
335 1016426

Ref. Anaao Giovani:
Manganaro Dario


d.manganaro@ausl.fe.it -
320 9723956

ASL ROMAGNA - RAVENNA

Segr. Aziendale:
Vergoni Gilberto


vergonigilberto@gmail.com -
347 1652032

Ref. Dirig. Sanitaria:
Mengozzi Silvia


silvia.mengozzi@auslromagna.it -
335 8316660

Ref. Territoriale e Anaao Giovani
Feletti Francesco


felettimd@gmail.com -
335 1016426

ASL ROMAGNA - Forlì/Cesena

Segr. Aziendale:
Vergoni Gilberto


vergonigilberto@gmail.com -
347 1652032

Ref. Dirig. Sanitaria:
Mengozzi Silvia


silvia.mengozzi@auslromagna.it -
335 8316660

Ref. Territoriale:
Gaudio Michele


mgaudio@ausl.fo.it -
338 6131266

Ref. Anaao Giovani
Feletti Francesco


felettimd@gmail.com -
335 1016426

ASL ROMAGNA - Rimini

Segr. Aziendale:
Vergoni Gilberto


vergonigilberto@gmail.com -
347 1652032

Ref. Territoriale:
Trojani Cristina


ctrojani@auslrn.net -
348 7848347

Ref. Dirig. Sanitaria:
Mengozzi Silvia


silvia.mengozzi@auslromagna.it -
335 8316660

Ref. Anaao Giovani
Feletti Francesco


felettimd@gmail.com -
335 1016426