• Generic selectors
    Exact matches only
    Search in title
    Search in content
    Post Type Selectors

Precariato

Il legislatore con la legge n. 125/2013, ha introdotto specifiche procedure di stabilizzazione del personale precario delle pubbliche amministrazioni, che potranno essere attivate dalle pubbliche amministrazioni fino al 2018, a condizione che:

a) siano disponibili posti in organico;
b) sussista un’effettiva capacità assunzionale, tenendo conto dei vincoli di spesa e di bilancio;
c) esista un reale fabbisogno di personale, d) nel limite de 50% delle risorse assunzionali previste.

Con successivo DPCM del 6 marzo 2015, il legislatore ha esteso tali procedure anche al personale della dirigenza e del comparto del ssn. In ogni caso, il ricorso alla procedure di stabilizzazione del personale precario da parte della Pubblica Amministrazione ha natura facoltativa e non si configura come un diritto soggettivo per gli interessati. Per quanto riguarda la platea dei soggetti che possono partecipare, il richiamato DPCM prevede che le procedure di stabilizzazione sono rivolte “al personale che alla data del 30 ottobre 2013 abbia maturato negli ultimi cinque anni, almeno tre anni di servizio, anche non continuativo, con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, anche presso enti del medesimo ambito regionale diversi da quello che indice la procedura” (v. art. 2, co. 2, DPCM 9 marzo 2015). Restano quindi esclusi tutti coloro che non hanno maturato i requisiti di anzianità alla data del 13 ottobre 2013 o che li abbiano maturati con contratti di natura autonoma, libero professionale, di collaborazione o comunque con contratti diversi dal rapporto subordinato. L’anzianità di servizio richiesta dalla legge, potrà essere maturata anche presso amministrazioni sanitarie diverse rispetto a quella che ha indetto il concorso, purché dello stesso ambito regionale.

Il contratto a tempo determinato del dirigente medico può essere prorogato fino ad un massimo di cinque anni. Tale limite è ricavabile dalla disciplina generale sulle assunzioni a tempo determinato, ora contenuta nel D.lgs. n. 81/2015, la quale prevede, per il personale con qualifica dirigenziale, la possibilità di stipulare contratti di lavoro a tempo determinato, “purché di durata non superiore a cinque anni” (v. art. 29, D.lgs. 81/2015). Il superamento di tale limite, può dare luogo ad un’azione risarcitoria nei confronti dell’amministrazione, mentre la possibilità di chiedere una stabilizzazione per via giudiziale risulta difficile a causa dal principio costituzionale dell’accesso concorsuale previsto anche per la dirigenza sanitaria. Ciò posto, va comunque osservato che, di recente, la giurisprudenza della Corte di Giustizia Europea (sentenza del 26.11.2014) nei casi di violazione della normativa sul contratto a termine nel pubblico impiego, ha addirittura affermato l’obbligo per lo Stato italiano di convertire il rapporto a tempo indeterminato. Sebbene la decisione della Corte Europea riguardi il settore scolastico italiano, tuttavia i principi ivi espressi potrebbero trovare applicazione anche nei confronti dei dirigenti sanitari assunti con reiterati contratti a tempo determinato dalle aziende sanitarie. Al riguardo l’ANAAO Assomed promuove specifiche iniziative legali da intraprendere sul territorio per affermare il diritto alla stabilizzazione anche nei confronti di personale medico precario in possesso di determinati requisiti (essere tuttora in servizio con contratto a tempo determinato con qualifica di dirigente sanitario; aver prestato servizio alle dipendenze della stessa Azienda sanitaria per più di cinque anni mediante la successione di due, o più contratti a tempo determinato; essere stati assunti a tempo determinato mediante chiamata da graduatorie di concorsi effettuati per l’assunzione a tempo indeterminato, o, comunque, da selezioni per titoli e colloquio, che abbiano comportato una vera valutazione comparativa tra i candidati con predisposizione di una graduatoria finale).

Il continuo impiego di personale sanitario con contratti di lavoro atipici o autonomi, come i co.co.co., che comportano di fatto lo svolgimento di mansioni assimilabili a quelle di un medico dipendente, può costituire il presupposto per rivendicare l’accertamento giudiziale della natura subordinata del rapporto con conseguente riconoscimento delle differenze retributive e contributive previste per il personale dipendente, oltre al risarcimento del danno. Difatti, l’assegnazione del professionista con contratto di lavoro autonomo o parasubordinato a turni di servizio quali guardie o reperibilità, con precisi vincoli di orario settimanale, così come l’esistenza di un meccanismo di rilevamento della sua presenza, l’adozione di misure disciplinari, o l’applicazione di direttive specifiche sulle modalità di esecuzione della prestazione, sono tutti indici che denotano un utilizzo improprio di tale tipologia contrattuale e che di fatto “mascherano” l’esistenza di veri e propri rapporti di natura subordinata. Per un esito positivo dell’azione giudiziale è necessario che il lavoratore riesca a dimostrare in concreto (circostanza spesso non facile) la sussistenza di tutti i predetti indici di subordinazione.

SEDE ANAAO REGIONE EMILIA ROMAGNA

Indirizzo:
Via Milazzo 19, 40121 Bologna (BO)

Telefono:
+39 051 249124

Email:
segr.emiliaromagna@anaao.it

Posta Elettronica Certificata

Richiesta informazioni

    Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

    Segreterie aziendali

    PC PR RE MO BO FE RA FC RN

    ASL PIACENZA

    Segr. Aziendale:
    Ubiali Alessandro


    a.ubiali@ausl.pc.it

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Ferrarese Diego


    d.ferrarese@ausl.pc.it

    AOSP PARMA

    Segr. Aziendale:
    Belletti Andrea


    abelletti@ao.pr.it

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Bonomini Sabrina


    sbonomini@ao.pr.it

    Ref. Anaao Giovani:
    Volpi Lavinia


    volpi.lavinia@gmail.com

    ASL PARMA

    Segr. Aziendale:
    Guberti Antonella


    aguberti@ausl.pr.it

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Malpeli Monica


    monica.malpeli65@gmail.com

    Ref. Anaao Giovani:
    Botti Andrea


    abotti@ausl.pr.it

    ASL REGGIO EMILIA

    Segr. Aziendale:
    Rapicetta Cristian


    cristian.rapicetta@gmail.com

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Nicoli Davide


    davide.nicoli@ausl.re.it

    Ref. Anaao Giovani:
    Raso Maria Gabriella


    mg.raso@yahoo.it

    Asl Modena

    Segr. Aziendale:
    Vincenzo Pulitanò


    vincenzo.pulitano@hotmail.it

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Natali Patrizia


    p.natali@ausl.mo.it

    Ref. Anaao Giovani:
    D’Angelo Matteo


    matteo.dangelo27@hotmail.it

    AOSP Modena

    Segr. Aziendale:
    Matteo D'Arienzo


    darienzo.matteo@gmail.com

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Monica Pecorari


    pecorari.monica@policlinico.mo.it

    Ref. Anaao Giovani:
    Salvatore Donatiello


    salvo.donatiello@gmail.com

    Asl Bologna

    Segr. Aziendale:
    Sorrentino Francesco S.


    dr.fsorrentino@gmail.com

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Selva Paola


    paola.selva@ausl.bologna.it

    Ref. Anaao Giovani:
    Vargiu Lucrezia


    lucrezia.vargiu@ausl.bologna.it

    AOSP BOLOGNA

    Segr. Aziendale:
    Ferrari Simona


    simona.ferrari@aosp.bo.it

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Ferrari Simona


    simona.ferrari@aosp.bo.it

    Ref. Anaao Giovani:
    Di Micoli Antonio


    antoniodimicoli@gmail.com

    IOR BO

    Segr. Aziendale:
    Masetti Claudio


    claudio.masetti@ior.it

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Benini Stefania


    beniniste@gmail.com

    Ref. Anaao Giovani:
    Del Piccolo Nicolandrea


    nicolandrea.delpiccolo@ior.it

    ARPAE BOLOGNA

    Segr. Aziendale:
    Errani Ermanno


    eerrani@arpae.it

    ASL IMOLA

    Segr. Aziendale:
    Ceroni Compadretti Giacomo


    giacomoceroni@gmail.com

    Ref. Anaao Giovani:
    Galletti Martina


    g88marti@gmail.com

    AOSP FERRARA

    Segr. Aziendale:
    Succi Cristian


    c.succi@ospfe.it

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Fabbri Sara


    sara.fabbri76@ospfe.it

    Ref. Anaao Giovani:
    Arena Rosario


    r.arena@ospfe.it

    ASL FERRARA

    Segr. Aziendale:
    Besutti Andrea


    a.besutti@ausl.fe.it

    ASL ROMAGNA - RAVENNA

    Segr. Aziendale:
    Feletti Francesco


    francesco.feletti@auslromagna.it

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Mengozzi Silvia


    silvia.mengozzi@auslromagna.it

    Ref. Anaao Giovani
    Lanzarini Evamaria


    evamaria.lanzarini@gmail.com

    ASL ROMAGNA - FORLÌ/CESENA

    Segr. Aziendale:
    Feletti Francesco


    francesco.feletti@auslromagna.it

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Mengozzi Silvia


    silvia.mengozzi@auslromagna.it

    Ref. Anaao Giovani
    Lanzarini Evamaria


    evamaria.lanzarini@gmail.com

    ASL ROMAGNA - Rimini

    Segr. Aziendale:
    Feletti Francesco


    francesco.feletti@auslromagna.it

    Ref. Dirig. Sanitaria:
    Mengozzi Silvia


    silvia.mengozzi@auslromagna.it

    Ref. Anaao Giovani
    Lanzarini Evamaria


    evamaria.lanzarini@gmail.com